dream village

centro sportivo

ATTIVITA' IN ACQUA

Pochi sport sono completi come il nuoto. Nuotare fa bene al corpo e alla mente ed è un’attività alla portata di tutti, bambini e anziani. Un’occasione per trascorrere del tempo con gli amici, un momento di svago dopo una dura giornata.

  • Rafforza il sistema cardiovascolare: Nuotare attiva la circolazione e rafforza il sistema circolatorio, migliorando di conseguenza anche quello immunitario. Anche un allenamento poco impegnativo, ma costante, rafforza il cuore e potenzia la capacità polmonare.

  • Sviluppa la muscolatura: La “lotta” che il nostro corpo compie quando si trova ad affrontare la pressione dell’acqua rafforza la muscolatura. Rispetto ad altri sport, il nuoto interessa tutte le parti del corpo ed allena così la struttura muscolare nella sua totalità.

  • Migliora la resistenza e la respirazione: Come in altre discipline di resistenza, anche con il nuoto si può acquisire maggiore consapevolezza della propria respirazione e aumentare la capacità polmonare.

  • Distende tendini, articolazioni e colonna vertebrale: In acqua diminuisce la forza di gravità, motivo per cui articolazioni, tendini e legamenti si trovano a sopportare una pressione minore. Così si va a rafforzare la muscolatura del busto, mentre spalle e schiena vengono rilassate e distese.

  • Riduce lo stress: L’acqua comunica un senso di pace e tranquillità alla maggior parte degli uomini. Nuotando si libera la mente, si dimenticano i problemi della vita quotidiana e ci si concentra unicamente sull’allenamento in corso. Come accade in tutti gli sport, anche durante una nuotata il nostro corpo rilascia le endorfine, il cosiddetto “ormone della felicità”.

Non è mai troppo tardi per imparare a nuotare!

I stili

La rana

La basi dello stile a rana vengono insegnate già durante le prime fasi dei corsi per principianti. La scelta ricade spesso su questo stile perché risulta essere più lento rispetto ad altri e presuppone movimenti meno impegnativi. Per quanto innegabile, anche lo stile rana ha una tecnica che va appresa con allenamenti costanti.

ProContro

  • La rana attiva tutti i muscoli del corpo: braccia, spalle, busto, gambe e sedere

  • Lo sguardo rimane fisso in direzione di marcia rendendo più facile l’orientamento in acqua

  • Una tecnica scorretta può stirare i muscoli del collo

  • La coordinazione tra braccia, gambe e testa è piuttosto impegnativa

  • La rana attiva tutti i muscoli del corpo: braccia, spalle, busto, gambe e sedere

  • Lo sguardo rimane fisso in direzione di marcia rendendo più facile l’orientamento in acqua

  • Una tecnica scorretta può stirare i muscoli del collo

La coordinazione tra braccia, gambe e testa è piuttosto impegnativa.

Stile libero

Lo stile di nuoto che permette di raggiungere il massimo della velocità è il crawl, di solito impropriamente chiamato “stile libero”. La specialità regina del nuoto ha una tecnica estremamente efficiente che, se eseguita correttamente, garantisce rapidi spostamenti in acqua. I movimenti da imparare sono abbastanza facili ed è per questo che viene consigliato come primo stile da insegnare ai bambini.

Pro  e Contro

  • La distensione di spalle e schiena promuove la mobilità delle articolazioni

  • Il movimento rotondo delle braccia allena la muscolatura laterale di braccia e busto.

  • La spinta in acqua potenzia quella delle gambe

    Richiede un buon livello di resistenza

  • Imparare a coordinare braccia e respirazione richiede tempo

Il dorso

Il dorso si distingue da tutti gli altri stili perché durante la pratica lo sguardo del nuotatore viene rivolto verso l’alto, azzerando di conseguenza la visuale in direzione di marcia. Nonostante la tecnica richiesta sia più complessa di quanto possa sembrare, il dorso viene spesso consigliato ai principianti che hanno difficoltà ad immergere la testa sott’acqua e a gestire la respirazione durante l’attività sportiva.

Pro e Contro

  • Rafforza la muscolatura del busto

  • La posizione orizzontale e parallela alla superficie dell’acqua diminuisce ulteriormente il carico delle articolazioni

  • Il movimento sulla schiena distende la colonna vertebrale

  • L’orientamento in vasca è difficile e il rischio di urtare contro il bordo della piscina o altri nuotatori è più elevato

La farfalla o il delfino

Lo stile farfalla nasce negli anni ‘30 come ulteriore sviluppo del dorso. La posizione di piedi e gambe, che durante la nuotata rimangono uniti, giustifica l’uso del termine “stile a delfino” accanto a quello “farfalla”. Si tratta in questo caso di una tecnica difficile e impegnativa, che viene di solito appresa quando si ha già raggiunto un alto livello negli altri stili.

Pro e Contro

  • È una sfida per i nuotatori esperti

  • Si allenano forza, resistenza e velocità (è il secondo stile più veloce)

  • Il movimento circolare di braccia e schiena ne rafforza la muscolatura

  • Il movimento delle gambe tonifica i muscoli

  • Si tratta di uno stile complicato non adatto ai principianti

  • Errori nella tecnica possono provocare dolori alla schiena e alla colonna vertebrale

  • Richiede molta forza fisica e resistenza e si adatta quindi solo a brevi distanze.

Acqua Gym

L’acquagym è una disciplina che riguarda varie attività di fitness in acqua.  È un tipo di attività sportiva svolta per lo più in senso verticale e senza nuotare, in cui la maggior parte degli esercizi vengono svolti immergendosi fino alla vita. L’acquagym è una forma di esercizio aerobico svolto generalmente in gruppo. Le lezioni si concentrano sulla resistenza aerobica. I corsi di acquagym sono un ottimo modo per unire l’allenamento tradizionale della palestra con i vantaggi meravigliosi dell’acqua. Bastano poche sedute per vedere una grande differenza nella propria forma fisica in generale. Chi intende potenziare i propri muscoli, tonificarsi ma anche dimagrire ha trovato il modo giusto.

Hydrobike

Hydrobike è il nome dell’attrezzo fitness, molto simile ad una bicicletta, necessario alla pratica di “acquacycling” o “acquaspinning”. L’hydrobike per l’acquacycling equivale alla “spin bike” per lo “spinning”.

Benefici dell’hydrobike

L’hydrobike permette di:

  • Consumare una discreta quantità di calorie – anche se ciò dipende dal carico allenante, quindi dal volume di allenamento e dall’intensità

  • Allenare il metabolismo aerobico – con tutti i benefici che questo comporta sull’apparato cardiovascolare e respiratorio

  • Rinforzare la muscolatura degli arti inferiori – soprattutto i quadricipiti femorali e i muscoli posteriori della coscia – e, in misura inferiore, quelli delle braccia e del tronco – a seconda di come viene strutturato l’allenamento

  • Migliorare la fitness cardio-vascolare e respiratoria: ciò è dovuto ad una maggior efficienza del cuore, che pompa più sangue con minor sforzo, e ad un miglioramento della circolazione, che vanta più elasticità arteriosa, capillarizzazione e ritorno venoso. In conseguenza a ciò:

    • Diminuisce la frequenza cardiaca a riposo

    • Diminuisce la pressione arteriosa tende a normalizzarsi – soprattutto quando eccessiva

    • Aumenta l’ossigenazione dei tessuti

    • Aumenta l’irrorazione coronarica del cuore

  • Migliorare la fitness respiratoria: grazie ad una più efficacie risposta dilatatoria dei bronchi e ad una miglior perfusione degli alveoli;

    • Non è da escludere che possano migliorare alcune forme di bronco pneumopatie croniche ostruttive (BPCO)

  • Migliorare la fitness muscolare e tendinea specifiche: in termini di forza, resistenza alla forza, velocità, resistenza alla velocità, resistenza generale, potenza aerobica, potenza anaerobica ecc. I tendini diventano più resistenti e meno soggetti ad infortunio

Nuoto agonistico

Il nuoto agonistico è una disciplina straordinariamente formativa per il corpo e per lo spirito: sollecita e modella in modo armonioso l’intera muscolatura e educa all’impegno, alla concentrazione e allo spirito di squadra Per partecipare a una gara organizzata dalla Federazione italiana nuoto è necessario essere tesserati per un’associazione o società sportiva affiliata alla stessa Fin. Il tesseramento prevede il superamento di una visita medica sportiva agonistica.

TMA  – La TMA Terapia Multisistemica in Acqua

è una terapia che utilizza l’acqua come attivatore emozionale, sensoriale, motorio, capace di spingere il soggetto con disturbi della comunicazione, relazione, autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo ad una relazione significativa.

Frutto di oltre 25 anni di esperienza con  bambini con disturbo dello spettro autistico, disturbi generalizzati dello sviluppo ed altre patologie, il metodo è stato elaborato in Italia da due psicologi, i dottori Caputo Giovanni e Ippolito Giovanni, quest’ultimo già autore insieme a Gambatesa Maria Michela e Sanità Maria Lucia Ippolito della nota favola “Calimero e l’amico Speciale”, racconto didattico realizzato per migliorare l’integrazione nella scuola dei bambini autistici.

ATTIVITA' IN PISCINA

DAL LUNEDI’ AL VENERDI 7:40 ALLE 21:30 OGNI ORA

SABATO ORE 9:20 – 12:40 – 13:30
LUNEDI’ E VENERDI’
DAVIDE CANNATA – LUDOVICA VARRIALE – PASQUALE TAGLIALATELA –  CLAUDIA RIBATTI – MAURO MAZZONE
ORE 16:10/17:00 – 17:00/17:50
MARTEDI’ – MERCOLEDI” – GIOVEDI’ – SABATO
DAVIDE CANNATA – LUDOVICA VARRIALE – PASQUALE TAGLIALATELA –  CLAUDIA RIBATTI 
ORE 16:10/17:00 – 17:00/17:50
 

 

DAL LUNEDI’ AL SABATO ORE 14:30
LUNEDI’ ORE  10:10 –  11:50 
MARTEDI’ ORE 11:50 
MERCOLEDI’ ORE  10:10 –  11:50 
GIOVEDI’ ORE 11:50 
VENERDI’ ORE  10:10 –  11:50 
LUNEDI’ ORE   13:30
MARTEDI’ ORE 9:30 – 10:10 – 11:00 – 13:30 – 18:10 –  19:00 –  19:50 – 20:40

 

 

LUNEDI’ ORE  19:00  – 21:10
MERCOLEDI’ ORE  21:10
VENERDI’ ORE 19:00
SABATO ORE 11:30
CHIEDERE INFORMAZIONI ALLA SEGRETERIA